Goldoni!! Seconda Edizione

Tutto quello che c'è da sapere!

«Goldoni!!»

Sabato 25 novembre alle ore 21:00 al Teatro a l’Avogaria, seconda edizione del Festival Interregionale del Teatro Comico «Goldoni!!» per attori, compagnie, gruppi, con atti unici, monologhi, adattamenti, invenzioni. Organizzato dalla Compagnia de Calza «I Antichi» in collaborazione con il Teatro a l’Avogaria e il Circolo culturale «Nardi» della Giudecca.  Dedicato al padre del teatro comico, quest’anno vede la partecipazione di quattro compagnie e due ospiti speciali, più il premio «Goldoni alla carriera».

Quest’anno il premio Goldoni alla carriera viene assegnato all’artista Paolo Fiorindo di Torre di Mosto. Scrittore, giornalista, poeta, illustratore e pittore, profondo conoscitore delle tradizioni della sua terra, Fiorindo è considerato il Ruzante dei tempi contemporanei, per la sua capacità di inventare personaggi e situazioni teatrali dall’osservazione delle vite e delle vicende del mondo che lo circonda. Per l’occasione Paolo Fiorindo recita «Iera. Inno dei muratori».

Ospiti d’onore Crazy Cat con il suo burlesque e il futurista Fortunello.

Il Burlesque ha tanti stili e Crazy Cat ci porta una coreografia comedy. Le note sono quelle del Flauto magico di Mozart, in particolare il 0divertente brano Papagheno papaghena. In scena una delicata e giocosa dama veneziana del Settecento che corre dietro alle farfalle...ma che caldo!

Dopo più di un secolo torna sul palcoscenico l’assolutamente demenziale e delirante Fortunello, ideato da Ettore Petrolini, resuscitato dalla nebbia dei secoli per la direzione artistica di Roberto Bianchin.

Per il concorso si sono finora iscritti:
   • «Le donne xe causa de tutto»: scena liberamente tratta, scomposta, stravolta e poi rabberciata da I rusteghi di Carlo Goldoni. Autori e interpreti del sacrilegio: Bruno Scarpa, Aurelio Minazzi e Piero Fontana.
   • «Dal dentista»: rivisitazione di un classico dell'avanspettacolo ad opera di A. C. Whistle; un tourbillon di equivoci e doppî sensi. Interpreti: A. C. Whistle, Luca Costantini, Numa Echos.
   • «1761 Casa Vianello» tratta da Sior Todero Brontolon di Carlo Goldoni. Un piccolo spaccato di vita coniugale di trecento anni fa… A cura della Compagnia teatrale La Bautta-F. Saoner, con Ludovica Rubin e Luca Costantini.
   • «Primo uomo e primedonne» Testo e regia di Federica Zagatti Wolf-Ferrari. Interpreti: Rossana Bacchin, Roberta Ballarin, Grazia Bianchi, Francesca Bruschi, Laura Campagnari, Costanza Cappellin, Manuela De Fort, Orietta De Fort, Genny Franceschini, Cristina Gavagnin, Elisabetta Lanzilao, Gabriella Marinaro, Anna Medri, Paola Pandolfo, Susanna Pierato, Donatella Schiavon, Beatrice Sopelsa, Antonietta Tessaro, Laura Tizian, Ines Zanon, Luca Costantini. Se diciamo Primo Uomo - è facile - pensiamo subito ad Adamo. Ma se diciamo Prima Donna? A chi pensiamo? A Eva? O una diva, a una prima attrice? Pensiamo a questo Primo Uomo, Adamo, tutto solo e beato, a godersi il meraviglioso giardino dell'Eden, di cui è sovrano assoluto. Beatitudine interrotta dall'arrivo di un essere per lui molto impegnativo: Eva. È la fine della pacchia che l'uomo, nei millenni a venire, mai riuscirà a perdonare alla donna.
     
Le iscrizioni al Festival si chiudono venerdì 24 alle ore 24:00.
Le prenotazioni per vedere lo spettacolo si ricevono solo su avogaria@gmail.com.

Giovedì 23 Novembre 2023 - 23:04