Erotica Serenissima

La poesia d'amore a Venezia dalle origini ai nostri giorni

Una sfrenata cavalcata poetica attraverso i secoli: dai fabliaux medievali alle poetesse erotiche dei nostri anni.
Il prossimo appuntamento della Compagnia de Calza «I Antichi» è a House Show, sabato 18 novembre, alle 20,30, a Roncade in via Roma 56: una breve pirotecnica conferenza spettacolo in cui si raccontano secoli di poesia dedicata all’amore carnale tra terra e mare.

Per informazioni e prenotazioni inviare una e-mail a redazione@roncade.it

Intervengono Luca Colferai – Numa Echos – Lunida Mehilli

Si comincia dall’inizio, dai racconti medievali di origine francese in una versione liberamente veneziana adattata per l’occasione dal relatore Luca Colferai (La sorisete des estopes – El sorzeto ne la stoppa).
Si prosegue subito con una breve incursione umanistica lagunare, tra le Facezie di Poggio Bracciolini, lo scopritore dei libri perduti, uno dei più grandi intellettuali dell’Umanesimo.
E poi il titanico Pietro Aretino, che trovò patria a Venezia dopo esser stato cacciato da Roma per il primo libro pornografico a stampa I Modi o Le 16 posizioni dell’incisore Marcantonio Raimondi su disegni di Giulio Romano, per cui Aretino compose i suoi Sonetti Lussuriosi e si ostinò a proteggere l’autore dalla censura dell’Inquisizione.
E quindi l'arcivescovo erotico di Cipro, Maffio Venier e le sue appassionate liriche in veneziano. Maffio fu figlio del ben più sulfureo Lorenzo, che - rifiutato dalla più bella cortigiana di Venezia, la splendida spregiudicatissima Anzola Dal Moro detta la Zaffetta (perché figlia di uno zaffo, sbirro) - s’inventò contro le meretrici i due poemetti osceni Il Trentuno della Zaffetta (dedicato a Anzola) e La Puttana Errante e non contento se la prese pure con Veronica Franco.

Intermezzo con composizioni, di Gaspara Stampa e di Veronica Franco, lette rispettivamente da Numa Echos e da Lunida Mehilli.

E subito, saltando nei secoli, ecco il potentissimo Zorzi Alvise Baffo, patrizio veneto e magistrato integerrimo, che componeva sfrenate poesie (sonetti, madrigali, canzoni, poemetti) tutte dedicati alle innumerevoli declinazione e coniugazioni dell’Amore. Su cui ci soffermeremo per illustrare l’incredibile società veneziana del Settecento.

E ancora una breve parentesi nel bigottissimo e depresso Ottocento, con Camillo Nalin e le sue grassissime deviazioni. E nel Novecento un doveroso e commosso ricordo al grande Mario Stefani.

E quindi e finalmente: il presente, con le due poetesse Numa Echos e Lunida Mehilli, pluripremiate vincitrici i varie edizioni al Festival Internazionale di Poesia Erotica «Baffo Zancopè» organizzato da I Antichi e prossimo alla trentaduesima edizione, che si terrà sabato di Carnevale, 10 febbraio 2024, nel Teatro a l’Avogaria a Venezia.


LUCA COLFERAI – Scrittore, giornalista, editore, artista di palcoscenico, è Prior Grando della Compagnia de Calza «I Antichi» per e con la quale ha organizzato feste, eventi, spettacoli, rappresentazioni a Venezia e altrove, dal 1984. Crea siti web, scrive poesie articoli e libri. Di recente: Breve storia di Venezia (2020) Le case straordinarie di Venezia (2022); Storia pettegola di Venezia (2023) tutti per Newton Compton.

NUMA ECHOS – Poliartista. Crea poesia, musica, fotografia d’arte, teatro e pittura. Conduce (2021) il proprio format Shine in Venice su OlzeTv (Sky). Pubblica libri (Sogni di lucida-mente: allusioni e rivelazioni di un io follemente sano, Caosfera Edizioni 2015; S-Heaven: Sea Of Heaven, Castelvecchi Editore 2021). Ha composto colonne sonore per film e sonorizzazioni per spettacoli. È attiva live come art director, cantante e tastierista con live show propri, opening act show per altri artisti e con dj set. Il suo primo lp ufficiale Shady World (2016 Valery Records) e il secondo Descending Consciousness (2023 Wave Records) sono stati completamente scritti e prodotti da Numa Echos e Filippo Scrimizzi. È membro ufficiale (dal 2017) del gruppo Double Bass of Death. Ha composto la colonna sonora, sceneggiato, diretto e interpretato il cortometraggio Sogni di lucida-mente: allusioni e rivelazioni di un io follemente sano (tratto dall’omonimo libro, 2018). Ha collaborato spesso con Andrea G. Pinketts e ha vinto numerosi festival e premi letterari tra i quali il Festival Internazionale di Poesia Erotica «Baffo – Zancopè» (primo premio 2020 per Focale Ferocia; terzo premio 2021 per Alba-d-ore) e il Premio Internazionale di Poesia «Renato Nardi» (2022 secondo premio A Venezia; 2023 primo premio con Desueta Visione).

LUNIDA MEHILLI – Economista, Laurea Magistrale in International Management a Ca’ Foscari, di professione Social Welfare Consultant, ma con una passione segreta per la poesia. Passione coronata due volte al Festival Internazionale di Poesia Erotica «Baffo – Zancopè»: nel 2022 con il Premio Speciale «Mafalda Malpighi» con la poesia Tancredi e Clorinda, ma senza Pathos e nel 2023 con il Primo Premio con la poesia Collisione. Recente il Secondo Posto nel podio del Premio Nazionale di Poesia “Renato Nardi” con la poesia Venezia Metafisica.

 

 

2023 - Erotica Serenissima

Venerdì 1 Dicembre 2023 - 19:41

Donazioni - Contributi - Quote Sociali

Potete donare, contribuire o versare le quote
sociali usando PayPal e varie carte di credito